AUSER Toscana
AUSER main
Enter Title Riduci

PROGETTO "INVECCHIAMENTO ATTIVO"



Auser Toscana con l'accordo con la Regione Toscana si è 

impegnata a portare avanti un progetto 

per "Favorire l'invecchiamento attivo in Toscana"


Di seguito il testo integrale:





-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------



ALBERO DELLE DECISIONI

DGRT 22 DICEMBRE  2015

 ESECUTIVO AUSER 3 FEBBRAIO 2016

GRUPPO COORDINAMENTO REGIONALE

 
MAPPATURA AZIONI -> FEBBRAIO 2016


TEMI E GRUPPI DI LAVORO INDIRIZZI FEBBRAIO E MARZO 2016




Renato Boni

Anna Calvani

Fiorella Cateni

Renato Campinoti

Franca Ferrara

Simonetta Bessi

Andrea Cambi

Alfiero Ciampolini

 ALIMENTAZIONE  PREVENZIONE  DIPENDENZE  ATTIVITA' CULTURALI  FORMAZIONE E VOLONTARIATO  VIA FRANCIGENA  AFA  EMPOWERMENT SOCIALE

Pasti e Alimenti a Domicilio

Campagna Vaccini Antiinfluenzale Pneumococcico

Azioni Su:

Incontri Scuole

Sicurezza nel Volontariato

Percorsi ed eventi mirati

Attività motorie per varie età

Opuscolo diritti e servizi anziani

Ristorazione Sociale

Campagna Vaccinazione Bambini

          - Ludopatie

Registrazione e Pubblicazione Storie

Opuscolo

Percorsi Salute (Terme?)

 

Laboratori intergenerazionali

Cucina domestica e Ricette

Campagna Prevenzione Bambini

- Alcolismo

Arti e Mestieri

Valutazioni Rischio

 

 

Vacanze insieme per anziani e famiglie in difficoltà

Expo 2015

Campagna Prevenzioni Cancro

-Fumo

 

Scelte Operative

 

 

 

Gestione Bar

Iniziative Donne e Salute

 

 

 

 

 

 

Pranzo Fuoricasa

 

 

 

 

 

 

 

Adesione e Specificità

 

 

 

 

 

 

 

Iniziative di Corretta Alimentazione

 

 

 

 

 

 

 


-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------



VERSO UN INVECCHIAMENTO ATTIVO

     AREA TEMATICA E CONTENUTI


I cambiamenti demografici in atto  richiedono un’ efficace strategia mirata all’intero corso dell’esistenza che dia priorità ai nuovi approcci per la promozione della salute e la prevenzione delle malattie, le strategie intendono promuovere azioni  che  portino all’aumento dell’aspettativa di vita in buona salute.

L’OMS  nel programma  Salute 2020  ha evidenziato strategie basate sull’ evidenze scientifiche, con un buon rapporto costi benefici, come le azioni su alimentazione, movimento, cessazione uso tabacco, alcol ecc , con l’intento di investire in salute attraverso un approccio mirato all’intero corso dell’esistenza, mirando all’empowerment delle persone.

Un invecchiamento sano e attivo è una priorità politica e una priorità fondamentale della ricerca.

Porre l’accento sugli stili di vita sani per gli anziani è particolarmente importante

Alla base delle strategie di successo per l’invecchiamento sano vi è il coinvolgimento delle persone in azioni di comunità, iniziative di volontariato e assistenza informale.( tratto da OMS)

I programmi di prevenzione e  promozione della salute basati sui principi del coinvolgimento e dell’empowerment offrono benefici effettivi in particolare si tratta di creare migliori condizioni per la salute, migliorare la cultura sanitaria , sostenere la possibilità di vita autonoma, assicurare un’ alimentazione, nutrizione  sana , far si che la scelta più sana sia anche la scelta più facile .

Ogni persona va messa in condizione, ricevendo il necessario sostegno, di raggiungere il proprio pieno potenziale di salute e benessere

Per questo è fondamentale lavorare insieme e creare valore aggiunto attraverso il coinvolgimento e la partecipazione

DA AGGIUNGERE ULTIMI DATI PASSI E PASSI D’ARGENTO


         DATI GENERALI DEL PROGETTO


          Soggetto attuatore


AUSER REGIONALE

 

Altri soggetti coinvolti

ANCI  FERDERSANITA’

Sulla base dell’accordo di collaborazione n... delibera…

AZIENDE AUSL

Associazioni del territorio

Istituzioni scolastiche

 

Territorio interessato

 Regione toscana

 

Periodo di realizzazione

2015-2017

 

 


DESTINATARI E PARTI INTERESSATE

Popolazione anziana

 


OBIETTIVO GENERALE

 L’obiettivo generale del progetto è descritto in termini di cambiamento atteso rispetto al fenomeno d’interesse e ai contenuti delle attività e richiama il risultato di medio lungo periodo che il progetto intende perseguire (in gergo: outcome) L’obiettivo generale è articolato in obiettivi operativi.

 

  1. Favorire i bisogni di salute  e  l’enpowement a livello individuale e di comunità

 

 


OBIETTIVI OPERATIVI

Gli obiettivi operativi descrivono cambiamenti attesi in comportamenti osservabili  tendenzialmente misurabili attraverso appositi indicatori.

  1. Promuovere corretti stili di vita
  2. Prevenire dell’isolamento e favorire l’inclusione sociale
  3. promuovere l'aggiornamento formativo del personale  volontario sui temi degli stili di vita in collaborazione con delle Aziende USL della Toscana.
  4. facilitare la promozione di stili di consumo intelligenti e ecocompatibili

 


METODOLOGIA

 

Identificare l’approccio metodologico generale e prevalente che caratterizza il progetto.

 I metodi utilizzati per le diverse azioni del progetto sono descritti nel dettaglio delle azioni.

 


AZIONI

 

Le azioni del progetto sono descritte nel dettaglio specificando eventuali requisiti operativi considerati non rinunciabili. Se il progetto prevede più  azioni, descrivere l‘articolazione temporale eventualmente mediante una tabella temporale sinottica. Nelle celle della tabella possono essere riportati i soggetti attuatori, i luoghi di attuazione e altre specifiche.


  1. Corso di autobiografia ( utilizzando l esperienza) in raccordo con il progetto la banca del temo
  2. campagne informative e diffusione del  materiale divulgativo per la promozione e la corretta informazione sugli stili di vita corretti; nei 40 A.P.S. (Associazione di Promozione  Sociale) 
  3. pubblicazione nei rispettivi siti internet (ANCI E AUSER)  anche con appositi link le diverse iniziative sui temi di salute; 
  4. “Speciale” dedicato ai temi di salute nella rivista “Auser Informa” : alimentazione, la riduzione del consumo di sale, il  vaccino antinfluenzale, l’attività fisica, il camminare fa bene alla salute, ecc;
  5. attività sugli stili di vita sani nei 10  bar/circoli ,con possibilità di preparazione pasti,  gestiti da Auser attraverso buone pratiche quali: - la preparazione del cibo nell’ottica  del progetto “ pranzo sano fuori casa “  - liberi dal fumo, no alcool  e gioco d’azzardo  ecc;
  6. organizzare gruppi di cammino alla conoscenza del territorio toscano;
  7. AFA
  8. organizzare l'aggiornamento formativo del personale  volontario sui temi degli stili di vita anche in collaborazione con le  Aziende USL della Toscana.

 

 

AZIONE

TEMPO 1

TEMPO 2

TEMPO 3

TEMPO N

AZIONE 1

 

 

 

 

AZIONE 2

 

 

 

 

 

 

CRONOPROGRAMMA

 

MISURE

TEMPO 1

TEMPO 2

TEMPO 3

TEMPO 4

Misura 1

 

 

 

 

Misura 2

 

 

 

 

Misura 3

 

 

 

 

Misura 4

 

 

 

 

 


MISURAZIONI

 

Precisare le modalità di misurazione solo se coinvolgono i destinatari nella realizzazione (insegnanti o altri attori).








OBIETTIVI OPERATIVI ed AZIONI RELATIVE DEL PROGETTO

"MANGIARE BENE E VIVERE MEGLIO"

 

1.   Promuovere corretti stili di vita e facilitare la promozione di abitudini di consumo alimentari conseguenti con particolare riguardo all’approfondimento dell’alimentazione familiare e domestica,dell’utilizzo degli alimenti e delle attrezzature di cucina domestiche,della determinazione dei menù settimanali,e della decodificazione delle ricette popolari nel loro valore nutrizionale e di sicurezza alimentare



 Confronto  fra i contenuti dell’alimentazione delle giovani generazioni e della popolazione anziana 
di riferimento in base anche alle abitudini territoriali e familiari

  Raccolta di impressioni,ricette,indirizzi da attuare nei confronti delle famiglie

   AUSER CASTIGLIONFIORENTINO –ISTITUTO ENRIQUES


Raccolta di ricette popolari del territorio di Lastra a Signa,decodificazione attraverso gli ingrendienti,la preparazione e 

la conservazione dei principali aspetti nutrizionali relativi alla sicurezza alimentare

Incontri,libro ricette,divulgazione

         AUSER DI LASTRA A SIGNA,AUSER DELLA GINESTRA


Incontri per l’analisi e lo sviluppo dell’alimentazione domestica:utilizzo degli alimenti,acquisto,conservazione,utilizzo

,analisi degli sprechi e degli avanzi

Le attrezzature della cucina,loro c conoscenza e corretto utilizzo.

Incontri,opuscolo,azioni di accompagnamento(la spesa)confronti colla grande distribuzione.

AUSER SESTO FIRENTINO



2.      Contribuire con campagne di stimolazione e di informazione alle campagne di prevenzione quali la vaccinazione antinfluenzale,la vaccinazione vs pneumococco,
la vaccinazione antitetanica  e gli screening antitumorali degli anziani.


Informazione e invito alla popolazione a partecipare alle campagne vaccinali

antinfluenza,antipneumococco,antitetanica. Informazione e invito alla popolazione a partecipare agli screening
per la prevenzione del cancro

Articoli sul giornale,manifesti nei circoli  nelle sedi operative e sanitarie,deplians

AUSER  REGIONALE


3.      Attuare campagne di informazione sul tema delle dipendenze da alcol,tabagismo e ludopatie.

Informazione ed invito alla popolazione alla conoscenza ed alla difesa dalle dipendenze con particolare riguardo a quelle più subdole e misconosciute

Articoli sul giornale,manifesti nei circoli  nelle sedi operative ,incontri conoscitivi

                         AUSER  e SERT



4.      Promuovere la diffusione della politica dell’esperienza quale strumento di conoscenza e di confronto fra le generazioni

Raccordo con le scuole per la diffusione  e lo sviluppo delle conoscenze sulle esperienze delle generazioni

Incontri coi ragazzi,raccolta e diffusione di materiale conoscitivo anche sulla storia dei mestieri,visite  nel territorio a esperienze di attività contadina e artigianale.creazione di videoclip

                AUSER SESTO,AUSER VAIANO,AUSER LASTRA


5.      Le risposte dei servizi socio sanitari e del volontariato ai bisogni sociali degli anziani.Indirizzo e informazione alla popolazione

Raccolta dei dati sui servizi  sociali SdS e del Volontariato AUSER in risposta ai bisogni della popolazione anziana e loro pubblicazione in un opuscolo divulgativo

         Analisi dei risultati dei progetti I sapori della solidarietà e I care of you,dei loro aspetti sociali,dei risvolti nutrizionali ed istituzionali

Incontri conoscitivi,gruppi di lavoro,opuscolo divulgativo,diffusione

Incontro di analisi dei progetti,della loro evoluzione e dei risultati

              AUSER REGIONALE,AUSER SESTO F.NO,AUSER FIRENZE,ALTRE AUSER


6.      promuovere l'aggiornamento formativo del personale  volontario sui temi degli stili di vita  e sulla sicurezza del trasporto,dell’accompagnamento e dell’assistenza


Azione formativa a cascata dall’Auser regionale a quelle Territoriale ed ai vari circoli per un miglioramento ed un consolidamento delle azioni volte a garantire,
alla gestione dei circoli, agli assistiti ed ai volontari la sicurezza delle attività svolte.

Formazione dei volontari,opuscolo conoscitivo,realizzazione  di documenti programmatici e di schede operative

AUSER REGIONALE,AUSER SESTO F.NO



7.  promuovere le attività motorie specifiche ma anche di conoscenza del territorio con particolare riferimento ai luoghi ed ai tempi della via Francigena


organizzazione di eventi territoriali sul cammino della via Francigena, basati sulla visita dei luoghi,la conoscenza storica,lo sviluppo di materiale divulgativo,
il racconto delle esperienze sul giornalino Auser

AUSER REGIONALE



AUSER VOLONTARIATO TOSCANA - Via Pier Paolo Pasolini, 105 - SESTO FIORENTINO CAP 50019 (FI) Tel : 055 444281  Fax : 055 4489956 - c.f. 94033250484
Copyright 2010 by Infotec s.a.s.